In una web agency puoi trovare chi si occupa di grafica e comunicazione realizzando depliant, brochure, loghi, siti web statici o per CMS come Wordpress, Joomla e Magento. Specialisti SEO, esperti nella gestione dei social e delle campagne PPC come Facebook ADS e Google Adwords, ma difficilmente troverai un freelance specializzato in tutti questi aspetti e in effetti in Italia siamo in pochi.

Quando ho iniziato 22 anni fa era normale sapersi adattare per rispondere alle singole esigenze dei clienti, infatti oltre alle cose elencate sopra mi sono avvicinato al PHP per la realizzazione di WebApp fornendo fin da subito anche un servizio di hosting. Se ho potuto apprendere tanti aspetti legati al web è stato grazie alla passione per i programmi, da quelli per la realizzazione di animazioni in Flash della Macromedia a quelli per il ritocco fotografico di Adobe come Photoshop, per la grafica vettoriale come Illustrator o per la realizzazione di siti web come Dreamweaver. Mi ha sempre appassionato l’utilizzo degli strumenti, dei livelli o dei filtri ma soprattutto lo studio del codice, dall’html al CSS, dal JavaScript al PHP. Programmare con questi linguaggi è sempre stato divertente per me. Si può dire che progettare un sito web o programmare una Web App sia un modo per tenere occupata la mente, come per molti fare le parole crociate o quando si organizza un archivio. Associo la progettazione grafica o dei siti web alla meditazione, per questo utilizzare i programmi per me non è solo divertente ma anche rilassante!

Occuparsi di così tanti aspetti della comunicazione non incide sulla qualità?

Come già detto, lavorando da così tanto tempo ho avuto l’opportunità di assistere all’evoluzione del design di siti web, o dei progetti grafici...in 22 anni ne ho visti parecchi, quindi un'idea di stile me la sono fatta! In ogni caso per comprendere fino in fondo i miei gusti in fatto di stile, non c’è niente di meglio che scoprire i miei lavori: già questo sito è uno di quelli, WebStrategie.it/SpecialistaSitiWeb.it ma i siti web del mio portfolio sono ancora più rappresentativi.


Molti graphic designer, prediligono lo stile “minimal”, essenziale, io invece credo che possano coesistere più elementi in uno stile purché rispettino il giusto equilibrio. A differenza di un programmatore dedito alla sola efficienza del programma senza curarsi troppo della grafica, io non posso tollerare elementi come pulsanti o blocchi di testo senza un minimo di spaziatura, quella che viene definita nei fogli di stile CSS con padding, ovvero lo spazio che intercorre tra un elemento e il suo contenuto e margin, lo spazio che intercorre tra un elemento o un blocco e gli altri.

Non sono un fan delle scritte troppo piccole, anzi! Spesso sfrutto alcune frasi come elementi decorativi esagerando nelle dimensioni, ottenendo risultati interessanti. Amo colori caldi quando si tratta di evidenziare settori come l’artigianato, il prodotto tipico o i locali per la degustazione, ma so orientare le mie scelte ai colori tenui in cui il bianco sia predominante per lasciare spazio alle immagini, come per il settore della fotografia, del design o dell’arredamento.

Quello che per me conta non è affezionarsi ad uno stile specifico, ma creare con equilibrio e scegliere le tonalità in perfetta sintonia con la categoria in cui opera l'impresa o il professionista.
Il triangolo d'oro è frutto di uno studio specifico che definisce quali sono i punti più efficaci dove piazzare gli elementi del brand: logo, menù, headline o strumenti per il profilo utente/acquirente. Queste regole unite al concept di usabilità e navigabilità fanno di un sito web uno strumento efficace. Ma ci sarà sempre qualcuno che crederà sia “cool” piazzare logo e menù principali in fondo alla pagina, oppure utilizzare testi grigio chiaro su sfondo bianco...del resto avere buon gusto e adoperare buon senso non è cosa per tutti.

Vuoi un sito web che trova nuovi clienti?


Mandami un messaggio!